Componenti del sangue

graficoIl sangue umano è un liquido rosso rubino (arterioso) o rosso violaceo (venoso) con una viscosità circa 4 volte superiore a quella dell’acqua. Negli esseri umani costituisce circa il 7% del peso corporeo ed ha una temperatura di 37-38 °C. Nell’uomo è formato per il 55% da una parte liquida, detta plasma, e per il 45% da una parte corpuscolata costituita da cellule o frammenti di cellule; nella donna la parte liquida è rappresentata al 60% e la parte corpuscolata al 40%.

Nel nostro organismo circolano in media 4/5 litri di sangue e al suo movimento e alla sua efficienza è legata la vita umana.

Parte liquida

Plasma: rappresenta la componente liquida del sangue, grazie alla quale le cellule sanguigne possono circolare. Il plasma è costituito prevalentemente da acqua (circa il 90%) nella quale sono disciolte e veicolate molte sostanze quali proteine, zuccheri, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione.

Parte corpuscolata

Globuli rossi: (eritrociti o emazie) trasportano l’ossigeno ai tessuti eliminando l’anidride carbonica. Presiedono alla regolazione dell’equilibrio acido-base del sangue. Sono costituiti per il 65% di acqua e per il 35% di sostanze solide (95% di emoglobina e 5% di lipidi, enzimi). Posseggono sulla loro superficie gli antigeni dei gruppi sanguigni. Il numero dei globuli rossi, di media, va da 4,2 a 6 milioni per millimetro cubo.

Globuli bianchi: (o leucotiti) difendono l’organismo distruggendo le sostanze estranee penetrate nell’organismo e formando gli anticorpi. Si dividono in Granulociti, Linfociti e Monociti. I valori normali vanno da 4.000 a 10.000 per millimetro cubo.

Piastrine: sono i più piccoli elementi del sangue. In un millimetro cubo si trovano circa 300.000 piastrine. Hanno una vita media brevissima, 3-5 giorni, e sono importantissime per la coagulazione del sangue.

Funzioni del sangue

Il sangue esercita numerose funzioni all’interno dell’organismo:

  • Respiratoria, occupandosi dello scambio ossigeno/anidride carbonica;
  • Nutritizia, trasportando a tutte le cellule le sostanze nutrienti;
  • Escretrice, raccogliendo i rifiuti e convogliandoli agli organi che si occuperanno della loro distruzione;
  • Termoregolatrice, distribuendo il calore;
  • Regola l’equilibrio idrico per mezzo del plasma;
  • Difesa, trasportando i globuli bianchi e gli anticorpi;
  • Coagulante, grazie all’azione delle piastrine e dei fattori plasmatici della coagulazione

Come si conserva il sangue

  • Il sangue intero e i concentrati di globuli rossi vengono conservati in appositi frigoriferi ad una temperatura compresa fra i +2°C e i +6°C, per un massimo di 35/42 giorni a seconda della soluzione additiva presente nella sacca. I globuli rossi possono essere conservati congelati a –80°C per mesi e anche per anni.
  • I concentrati di piastrine sono conservati a temperatura ambiente (+20/22°C) per un massimo di 5/7 giorni.
  • I concentrati di globuli bianchi devono essere utilizzati entro 12 ore dalla preparazione e conservati a temperatura ambiente.
  • Il plasma viene congelato e, se conservato costantemente a temperatura inferiore a –30°C, può essere impiegato in un periodo massimo di 12 mesi.

Questi dati non sono fissi, ma evolvono in base al progresso delle applicazioni tecnologiche e vengono di volta in volta stabiliti da Decreti Ministeriali. Dall’analisi di questo processo di conservazione particolarmente complesso e delicato emerge l’importanza che riveste un uso razionale e programmato del sangue, al fine di evitarne inutili sprechi.